Il servizio che vi offriamo è gratuito tuttavia per noi ha un costo. Vi preghiamo di non bloccare le pubblicità presenti sulle nostre pagine, ci permettono di continuare ad esistere. Grazie.
Login 
Home F.A.Q. Staff Cerca Argomenti Attivi

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




New Topic Post Reply  [ 1 messaggio ] 
  Stampa pagina
Precedente | Successivo 
Autore Messaggio
Non connesso 
 Oggetto del messaggio: :: Guida a Motherboard Monitor 5 :: 
MessaggioInviato: 11 ott 2010 18:50 
Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Iscritto il: 23 apr 2003 01:00
Messaggi: 9633
Scheda madre: Asus M4A89GTD Pro/USB3
CPU: AMD Penom II X4 BE 965
Ram: 2x 4GB 1600MHz 8-8-8-24
Scheda video: Radeon HD 5770 Flex
HD: 1x Samsung 256GB 850 Pro - 2x WD 1TB WD1002FAEX - 1x WD 3TB WD30EFRX
Alimentatore: Cooler Master Silent Pro Gold 600W
Raffreddamento: CPU Thermalright Macho HR-02 - VGA Artic Cooling Accelero S1 Plus
Sistema operativo: Windows 10 Pro
Monitor: 2x Samsung P2450 + 1x Samsung T220
Scritto da: rootkill
Pubblicato da: rootkill
Data: Mer 03 settembre 2003 alle 18:34

Con l'uscita di MBM 5.3.4.0, si rende necessaria una guida alla configurazione dello stesso, che non è proprio alla portata di tutti, nonostante sia ormai un "must" per il controllo di sistemi in overclock e default

In questa guida vedremo come settare al meglio questo utile programma di monitoraggio, dalle impostazioni principali a quelle avanzate, dedicato a tutti gli utenti, dai newbies ai professionisti.
!!!ATTENZIONE!!! Né il sottoscritto né lo Staff di HwT si prenderanno alcuna responsabilità in caso di danneggiamenti hardware direttamente o, indirettamente correlati alle procedure descritte qui di seguito. Raccomandiamo di fare particolare attenzione ad alcuni settaggi avanzati che implicano notevoli conoscenze di base, non accessibili alla stragrande maggioranza degli utenti.
Grazie,
rootkill, HwT Staff Admin.

Introduzione
Cos'è MBM5? Si tratta principalmente di un programma in grado di monitorare differenti sensori disponibili sulle schede madri che indicano parametri come temperature [CPU/chipset/HDD/cabinet], voltaggi PSU, velocità [in RPM] delle ventole [FAN] collegate alla scheda madre, eventuali sensori di temperatura aggiuntivi [winbond etc.], inoltre clock della CPU e molto altro ancora. In pratica, si tratta di un programma completo, che può egregiamente sostituire svariati software dedicati alle singole opzioni, liberando spazio su disco ed evitando spiacevoli conflitti.
Installazione
Durante la procedura d'installazione saranno richieste, oltre al path relativo, alcuni parametri di configurazione [comunque settabili in un secondo momento]. Si tratta essenzialmente di questo:
- MBM5 chiederà se si preferisce istruire il registro di inizializzazione impostandolo su "System" / "Boot" [ad ogni modo la configurazione corretta è solitamente quella consigliata da MBM5] a seconda del sistema operativo
- Attivazione di particolari sensori/switch(es): può darsi che si renda necessaria la forzatura di parametri come"$2D[P]" et similia, consiglio di fare attenzione alle motherboards nella "black list" e, in caso di dubbio, NON selezionare nulla di particolare.
Configurazione
GENERAL
Basic
Allegato:
1.JPG
1.JPG [ 17.21 KiB | Osservato 2587 volte ]

Nell'immagine potete vedere evidenziati i campi più interessanti del programma, cominciamo con la scheda "Basic" delle impostazioni "General":
The language you want to use MBM 5 in: fino alla versione 5.3.3.0 è disponibile il file d'installazione del supporto multilingua, che rende possibile il settaggio della lingua italiana da questo campo.
The temperature format you want to use in MBM 5: consiglio vivamente di impostare la stessa come "Celsius", in quanto sarebbe difficile rapportare ogni volta i "Fahrenheit" alla scala europea utilizzata in Italia [campo evidenziato in rosso]
Would you like to use the degree symbol ": personalmente ho spuntato questa opzione, ma non è di particolare importanza.
The interval time with which MBM 5 should work: lasciate pure impostato su "10 seconds", quest'opzione si riferisce alla latenza del refresh sugli indicatori.
Start MBM 5 with Windows: attivare quest'opzione aumenta la tempistica di login, ovviamente, ma può essere utile per sistemi in overclock e qualora fosse stato disabilitato l'allarme per temperature alte del BIOS.

Show splash screen when MBM5 starts: togliete la spunta a quest'opzione per eliminare la finestra di presentazione.
Show confirmation request on closing MBM 5: spuntare quest'opzione significa forzare MBM 5 ad avvertire mediante un pop-up dell'imminente chiusura del programma, che avverrà tramite conferma.
When MBM starts open the dashboard as well: spuntando quest'opzione sceglierete di aprire il pannello di monitoraggio insieme all'applicazione [che si posiziona automaticamente nella tray].
Delay opening Dashboard on startup for: consiglio di mantenere i "5 seconds" di default, in pratica si tratta di impostare l'intervallo di tempo tra l'apertura di MBM5 e quella del pannello relativo ai sensori.
Symbol used in .CSV files: lasciate ";".
Set the following menu option as double click: consiglio di settare questo parametro su "Dashboard", poiché i "Settings" li avrete già
settati in precedenza con la guida, e in ogni caso è sufficiente un click destro sull'icona nella tray per aprire la finestra relativa.
When opening settings screen go to tab: impostate qui la scheda alla quale farete accesso più di frequente.
Dashboard meter size (default = 56): lasciate pure in default, "44" rimpicciolisce e "68" aumenta la grandezza dei quadri nella dashboard.
Enable RD2Pro support: attenzione, l'attivazione della presente opzione viene richiesta anche in fase d'installazione, consiglio di NON forzarla se la propria motherboard è presente nella "black list".
Port ($80 or $84): quella di default dovrebbe essere la "$80", in caso di malfunzionamenti del software consiglio di provare la "$84", altrimenti di mantenere l'indirizzo di default.
Sensor: di default è selezionato il "Sensor 1" [o, ad ogni modo, il primo disponibile, se ne avete cambiato il nome] come sensore principale di attenzione; su diverse motherboard il sensore relativo al core della CPU è però il secondo, dunque impostatelo di conseguenza.
Scan for IDE harddrivers with temp sensor (READ THE HELP FILE FIRST) - restart after apply: se spunterete quest'opzione, al riavvio di MBM5 potreste avere a disposizione un sensore di temperatura sull'HD IDE, ammesso che questi ne sia dotato.
Scan dor SCSI harddrives with temp sensor (READ THE HELP FILE FIRST) - restart after apply: come sopra, ma relativo alle periferiche SCSI.
Interval for IDE/SCSI temp scan (don't go below 90 please) - restart after apply: mantenere "90 seconds", è l'intervallo di scansione dei sensori di temperatura per le relative periferiche di cui sopra.
DASHBOARD
Si tratta del pannello di visualizzazione dei sensori configurati, appare in questo modo:
Allegato:
2.JPG
2.JPG [ 18.04 KiB | Osservato 2587 volte ]

è a mio avviso utile trovare la corretta combinazione dei valori impostabili dalla scheda precedente per ottimizzare la visualizzazione.
Temperatures
Allegato:
3.JPG
3.JPG [ 15.76 KiB | Osservato 2587 volte ]

Questa è forse la sezione più interessante, ottimo ausilio per l'overclock, consente un controllo totale delle temperature, periferiche IDE/SCSI incluse: bisogna però fare attenzione perché su numerose motherboard(s) i sensori sono sballati e/o non corrispondono ai valori del BIOS. Di seguito vedremo gli accorgimenti per poter utilizzare al meglio questa sezione.

MBM 5 sensor: si tratta di sensori "virtuali" o, meglio, di pannelli visualizzabili sulla dashboard come visualizzazione del parametro sottostante; "sensor 1" sta per, ovviamente, il primo sensore e spesso si tratta di quello relativo alla temperatura del chipset della scheda madre, mentre per la CPU è il "Sensor 2" [come spiegato di seguito, i sensori "fisici" hanno un numero ben preciso, e sul "Sensor x", dove "x" è un numero reale compreso tra 1 e 32, si possono impostare esclusivamente sensori fisici denominati "x": in pratica, non è possibile inserire un "WinBond 4" su "Sensor 1", ma andrà impostato su "Sensor 4"].
Should display board sensor: in questo campo sono elencati i sensori "fisici" presenti sulla motherboard e, opzionali, quelli sugli hard disk [in questo caso il nome sarà "ID hdd [x]", se "x" è uguale a "0" significa che non è presente alcun sensore, quindi impostarlo significa avere una temperatura costante uguale a "0"]; a seconda della motherboard avremo sensori differenti, solitamente sono impostabili la temperatura del northbridge [sovente con ID #1], quella della CPU [ID #2, potrebbe essere disponibile interna o esterna, attenzione al valore riconosciuto] e quella del southbridge [ID #3], attenzione, spesso sono indicati anche sensori fisicamente "assenti" [se rilevate temperature inferiori allo "0", come "-46°C", a meno che non abbiate un prometeia, significa che non è presente quel sensore]. Per la CPU, potreste ritrovarvi con temperature che vanno dai 30°C ai 70°C: nel primo caso, presumibilmente [se raffreddate ad aria] si tratta di un errore di impostazione, ossia quel sensore è relativo al chipset e non alla CPU, nel secondo caso, il valore è quello interno della CPU e non deve superare gli 80/85°C [vi accorgerete che raramente da 68°C si sposterà]: questa volta va premesso che 68°C di CPU core corrispondono a ca. 43°C di temperatura [correttamente rilevata] dal BIOS e quindi non c'è da preoccuparsi; attenzione perché se i 68°C sono rilevati anche dal BIOS, significa che c'è qualche problema al raffreddamento e quindi va considerata l'ipotesi di cambiare sistema di cooling.
Alarm / Visual
Iniziamo specificando che la prima scheda riguarda i settaggi per l'attivazione dell'allarme e relative conseguenze, come l'apertura di un'applicazione oppure lo spegnimento del computer.
ALARM
High temperature alarm using: consiglio "Fixed value" se il sensore legge la medesima temperatura del BIOS, altrimenti "Relative value".
High temperature alarm equals value of sensor: se avete impostato "Fixed value", scegliete una temperatura non superiore a 70/75°C, altrimenti consiglio di impostare [dopo aver scelto il sensore dallo scroll] un valore attorno ai +10/+20°C.
Enable high temperature alarm for this sensor: spuntare questa casella se desiderate attivare l'opzione di allarme sul sensore che state impostando [ricordo che il sensore di riferimento è quello selezionato dalle voci "MBM 5 sensor" e "Should display board sensor" in alto].
Low temperature alarm at: potete impostare il valore che preferite, io non mi preoccuperei delle temperature molto basse, in quanto difficilmente le raggiungerete mai.
Enable low temperature alarm for this sensor: può essere utile se la periferica deve lavorare a temperature prestabilite entro un certo range, oppure se dovete controllare un 'Mach-II' [ma in questo caso non avreste bisogno di alcuna guida...] ed evitare sbalzi eccessivi, in tutti gli altri casi è pressoché inutile.
Compensation for this sensor: se il lettore è sballato, potete decidere di fissare un valore relativo che lo setti alla temperatura effettiva [ad esempio, come da dashboard, la temperatura letta da MBM5 sul mio 'CPU Core' è di 69°C, mentre da BIOS non supera i 43°C: impostando questo valore di compensazione su -25°C raggiungo l'esatto valore del BIOS e le variazioni di temperatura saranno indicate senza variazioni, ossia gli eventuali "47°C" indicherebbero un'effettivo aumento di ca. 4°C sul core della CPU]
When alarm goes off play: mediante spunta attiverete il segnale sonoro, impostabile con un click sull'icona relativa [solo .wav]
When alarm goes off start application: con la spunta attiverete il plug-in per attivare un determinato programma allo stato di allarme ["CPU Idle PRO" è supportato dal "launcher", io ho impostato questo valore in modo che attivi lo shutdown con power-off istantaneo, ma per fare questo dovete creare un collegamento alla chiave relativa del registro di windows], utile per evitare spiacevoli danni hardware dovuti alle alte temperature.
Start application with switch: qui potete impostare dei parametri di selezione per le applicazioni, come il turn-off definito.
When alarm goes off start SHDN: come per "application", ma s'intende il plug-in per "ShutDown NOW!" [giunto alla versione shareware 4.51] attivabile dal launcher, come descriveremo più avanti.
Start SHDN now with switch: imposta il parametro relativo all'applicazione "SHDN" precedentemente descritta [/SHUTDOWN arresta il sistema, /REBOOT riavvia, /RELOG disconnette l'utente e riavvia il login, le stesse precedute da "F" forzano il parametro anche con altre applicazioni attive in background, mentre /POWEROFF spegne il computer e /MSDOS avvia in modalità esclusiva MS-DOS sui sistemi operativi che lo consentono
SHDN delay: imposta il tempo [in secondi] di attesa dall'avvio del segnale di allarme al lancio dell'applicazione relativa [solo per "ShutDown NOW!"].
Send E-Mail when alarm goes off (you have to be sure you filled in the e-mail section correctly): se ci trova off-site rispetto al computer sul quale è stato installato MBM5, si può attivare questa notifica via e-mail che avvertirà in caso di avvio di un segnale di allarme.

VISUAL
Sensor name: qui va indicato il nome da assegnare al sensore indicato dal relativo campo [MBM 5 sensor, ndFM], ad esempio "Sensor 1" può diventare "Motherboard" e "Sensor 2", "CPU core".
Display temperature in system tray: mettendo il segno di spunta, visualizzeremo nell'icona relativa della system tray la temperatura del sensore selezionato.
Sensor colour: imposta il colore per la temperatura nell'icona della tray.
Background colour: idem, ma relativo allo sfondo dell'icona.
Display temperature in dashboard screen: spuntando quest'opzione, visualizzeremo la temperatura nel pannello.
Style of temperature meter in dashboard screen: seleziona il tipo di indicatore che vogliamo utilizzare ["VUM Meter" è analogico, "Digital" emula la visualizzazione di un carattere a LCD, "Text label" è un formato testuale]
Colour & Font for temperature meter (if selected meter requires it): se avete impostato il precedente su "Digital" o "Text label" potrete indicare qui il colore [per entrambi] e il font [solo per il secondo] con cui visualizzare la temperatura a video.
Scale for the temperature meter in dashboard screen (VUM syle): con questo parametro potrete impostare il valore massimo che può essere indicato dalla lancetta analogica [il mio consiglio è di impostare un valore che si aggiri attorno a 50°C per la motherboard e sui 75°C per la CPU, in ogni modo che sia superiore alla temperatura d'allarme, ma non eccessivamente]
Display sensor in the high & low log and in the interval log: spuntando quest'opzione, inserirete i relativi valori di punta e media per la temperatura del sensore selezionato nel log.
Show as tooltip: con una spunta a quest'opzione, visualizzerete la relativa temperatura nella didascalia dell'icona di MBM5 nella tray [utile per un rapido screening di MoBo e CPU]
Voltages
Allegato:
4.jpg
4.jpg [ 15.36 KiB | Osservato 2587 volte ]

Da questa scheda è possibile impostare la monitorizzazione dei voltaggi, vediamo come...
MBM Voltage sensor: da qui è possibile selezionare il sensore da monitorizzare [attenzione, è sensibilmente diverso da quanto visto per le temperature, infatti i sensori selezionabili non sono virtuali, bensì sono pre-impostati sui valori rilevati durante l'installazione del programma, il ché rende più semplice la loro configurazione]; i sensori da "Core 0" a "-5.00" sono praticamente già impostati, occorre soltanto prestare attenzione qualora la propria motherboard non fosse supportata correttamente, in tutti gli altri casi non sarà necessario [anche se possibile, soprattutto per sistemi ai quali sono state applicate vmod] cambiare alcunché in questa scheda.
Should display board sensor: questo scroll è aivalable soltanto da "Voltage 8" in poi [selezionato nella voce precedente, questa volta come sensore virtuale] e prevede la configurazione manuale di un sensore custom, difficilmente sarà necessario che lo impostiate.
Voltage configuration: il presente, al contrario, è fondamentale; di norma è già selezionata la configurazione corretta, altrimenti è possibile scegliere tra quattro standard pre-impostati, oppure una delle motherboard in lista [impostando questo valore correttamente, è praticamente inutile correggere altro in questa sezione]
ALARM
Voltage line should be: questo parametro si riferisce al valore approssimato più vicino a quello che dovrebbe essere indicato dal sensore [ad esempio, se il vcore è impostato a 1,68V, questo valore sarà da settare su 2,00V; regolatevi di conseguenza]
Tolerance of voltage line: lasciare tranquillamente in default, modificare soltanto se si notano errori grossolani di regolazione [funziona come la modalità "compensazione" per le temperature]
I parametri di controllo dell'allarme sono gli stessi riscontrabili nella sezione "Temperatures", di conseguenza non saranno analizzati nuovamente
VISUAL
L'unico valore diverso dalla scheda precedentemente analizzata per le temperature è "Voltage line name", che corrisponde al nome del sensore di riferimento, impostabile secondo le proprie esigenze.

Fans
Allegato:
5.jpg
5.jpg [ 15.51 KiB | Osservato 2587 volte ]

Attraverso l'impostazione di questa scheda potremo sostituire qualsiasi altro programma per la rilevazione degli RPM delle ventole, in modo da snellire ulteriormente il sistema [con MBM5, infatti, ogni altro programma di monitorizzazione si rende pressoché inutile e ridondante].
MBM Fan sensor: indica il sensore virtuale sul quale impostare la monitorizzazione della ventola [solitamente quella della CPU è settabile su "Sensor 2"]
Should display board sensor: questo parametro è invece il sensore fisico da monitorizzare, selezionare quello relativo alle proprie esigenze [può essere necessario utilizzare il manuale della propria mainboard per capire a quale ventola tale sensore si riferisca, in genere il nr2 è relativo alla CPU e le altre a chassis e northbridge]
Fan type / Fan divider
Questi valori sono fondamentali. Per meglio comprenderli abbiamo bisogno di uno schema [fornito con la guida in linea del programma] che indichi i parametri per ogni tipo di ventola disponibile sul mercato.
Allegato:
6.JPG
6.JPG [ 32.38 KiB | Osservato 2587 volte ]

!!!ATTENZIONE!!!
Non sempre i valori indicati dal pannello di cui sopra sono corretti, vediamo nello specifico le impostazioni corrette per una chassis-fan.
[esempio]
MBM Fan sensor: CPU Fan -> "Sensor 2" / Chassis Fan --> "Sensor 3"
Should display board sensor: W83627HF-2 / W83627HF-3
Fan type: /1 [in entrambi i casi]
Fan divider: 2 / 4
ALARM
Minimal RPM of fan: indicare qui la velocità di controllo per l'avvio dell'allarme, a seconda delle caratteristiche della propria scheda [personalmente ho impostato 1300 per le chassis e 2700 per la CPU fan]
Le altre impostazioni, relative al comportamento dell'allarme, sono già state analizzate in precedenza.
VISUAL
Valgono le medesime impostazioni di cui sopra alle altre schede.

CPU
Allegato:
7.jpg
7.jpg [ 16.41 KiB | Osservato 2587 volte ]

In questa scheda imposteremo la visualizzazione di alcuni semplici ma importanti parametri della CPU
Display CPU speed in dashboard screen: spuntare se si desidera visualizzare il clock della CPU nella dashboard.
CPU speed name: immettere qui il nome per il pannello relativo della dashboard [consiglio "CPU Clock"]
Non ripeterò i campi relativi alle impostazioni dello stile del pannello per la dashboard, in quanto già descritti in precedenza
Scale for the CPU speed meter in dashboard screen (VUM style): qui occorre impostare una sorta di 'dead clock' per la CPU, che verrà utilizzato come velocità di allarme [consiglio di calcolare questo valore, per CPU Intel, con fsb[max]*multiplier[default] e per CPU AMD con fsb[max]*multiplier[max] in modo da ottenere valori assoluti abbastanza significativi]
Update CPU speed X seconds after start (0 = disabled): questo valore indica il tempo [in secondi] entro il quale aggiornare la rilevazione dopo quella di start; può essere utile per sistemi in overclock, per verificare eventuali variazioni repentine, altrimenti lasciare in default.
Enable cpu usage (after apply close and restart MBM): con un segno di spunta qui, potremo visualizzare anche l'utilizzo della CPU [evitando di dover aprire il "task manager"]; è necessario riavviare MBM5 dopo la spunta.
Le impostazioni di visualizzazione sono sempre le medesime, in ogni scheda...
Display CPU usage in dashboard screen: può essere utile attivare questo parametro, ma soprattutto "Show usage as tooltip" in modo da avere sempre sotto controllo questo valore, semplicemente passando il mouse sull'icona di MBM5 nella tray.
Alarm Options
Allegato:
8.jpg
8.jpg [ 17.46 KiB | Osservato 2587 volte ]

In questa scheda sono presenti parametri avanzati per l'attivazione degli allarmi e relative applicazioni
Show a dialog box when an alarm goes off (also required to enable SHDN and E-mail): spuntando quest'opzione, attiverete un pop-up all'avvio di un allarme [richiesto]
Alarm beeep on: spuntando questa voce, invece, attiverete un "bip" di allarme dall'altoparlante del computer.
Alarm frequency: tramite questi indicatori potrete selezionare la frequenza di ritardo tra un segnale sonoro e il successivo.

Write all alarm messages to a log file (even if you disable the alarm dialog, these messages will be written each time that there is an alarm breach): spuntando quest'opzione attiverete un log periodico sugli allarmi; è possibile sceglierne il formato [".TXT" consigliato]
Location for alarm filename: selezionare con un click sull'icona il path di destinazione del log.
Alarm log filename: impostare il nome desiderato per il file log.
Maximun entries in the alarm log files (once this value is reached the program will delete the oldest entry to add a new one): potete selezionare quante voci visualizzare nel log ["10" di default]; attenzione perché superato quel numero, le voci precedenti saranno sovrascritte.
XSL entry in XML files (leave blank to have no entry): indica le stringhe XSL da inserire come entrate nel log.
CSS entry for HTML files (leave blank to have no entry): come sopra, ma per le stringhe CSS [in entrambi i casi dovrete aver selezionato il formato specificato]
Tray & OSD

Da questa scheda potremo impostare alcuni parametri avanzati di visualizzazione
System Tray
Rotate icons in the system tray: se selezionato, crea un 'rollover' di icone nella tray [se avete selezionato "show [...] in the system tray", qui potrete visualizzare le informazioni impostate]
Use horizontal lines in system tray: utilizza una visualizzazione lineare per la system tray
Replace icons in system tray after (0 = not): 'rimpiazza' le icone selezionate dopo un tempo "x" espresso in secondi.
Use a windows font instead for the MBM fixed font in the system tray (not supported): quest'opzione servirebbe per scegliere un carattere definito dall'utente per la visualizzazione della tray, selezionabile dalla voce successiva [mediante 'click' sull'icona corrispondente]; è praticamente inutile e parrebbe non essere supportato.
OSD Setting
Allegato:
9.jpg
9.jpg [ 15.35 KiB | Osservato 2587 volte ]

Enable OSD (means it is on screen all the time): quest'opzione attiva una visualizzazione lineare di 'monitoring' [attenzione, come da avviso resterà sempre sullo schermo, in background o in primo piano]

Allegato:
10.jpg
10.jpg [ 37.97 KiB | Osservato 2587 volte ]

Enable hotkey: attiva le combinazioni di 'tasto-rapido'
Default colour & font for OSD: attraverso l'icona relativa sarà possibile cambiare il carattere di default per l'OSD
OSD position on screen: da qui potremo scegliere dove 'agganciare' i caratteri al desktop
OSD hotkey: impostare qui la combinazione di 'tasto-rapido' che volete utilizzare per avviare/chiudere l'OSD [è necessario aver attivato gli hotkeys dalla spunta di cui sopra]
OSD Hotkey delay (0=no delay, press hotkey again to remove OSD): valore [espresso in ms] di attesa prima della visualizzazione dell'OSD.

High / Low
Allegato:
11.jpg
11.jpg [ 18.08 KiB | Osservato 2587 volte ]

Da questo menù sono visualizzabili tutte le impostazioni relative ai sensori, selezionate dai precedenti menù: SETTINGS imposta un log periodico [le opzioni sono le medesime di quanto visto per "Alarm Options"]
Interval & SysLog
Interval Log
Allegato:
12.jpg
12.jpg [ 15.94 KiB | Osservato 2587 volte ]

Le impostazioni di questa scheda sono identiche alle precedenti, indicate nei log(s) "Alarm options" e "High / Low"

SysLog
Allegato:
13.jpg
13.jpg [ 14.02 KiB | Osservato 2587 volte ]

Enable SysLog: con la spunta su questa voce attiverete il "syslog" periodico
SysLog host address: indicare qui un host al quale inviare il log
SysLog port: questo valore si riferisce alla porta da sfruttare, di default la "514"
SysLog interval: in ms, l'intervallo tra un invio e l'altro di informazioni al syslog
Sensor to send to Syslog: indica [come in figura] i sensori da includere nel log
E-Mail & FTP
E-mail
BASIC
Allegato:
14.jpg
14.jpg [ 15.65 KiB | Osservato 2587 volte ]

Use E-mail (You need to enable the alarm dialog box for this feature to work, this is to avoid a loop): spuntate quest'opzione per attivare la notifica via e-mail degli allarmi, nel caso in cui voi foste off-site
From: indicare l'indirizzo del mittente in questo form
To (use ; to have more than 1 address): indicare l'indirizzo di destinazione per l'e-mail
Subject: immettete qui un soggetto per l'e-mail di notifica [ad es. "MBM5 Alarm Off"]
Add time and date to e-mail subject: per avere sotto controllo data e ora dell'innesto dell'allarme, attivate quest'opzione mediante spunta
What kind of E-mail protocol you want to use: sono selezionabili "MAPI" e "SMTP", in genere viene utilizzato il secondo ["MAPI" di default]
Send test e-mail using current configuration: con un 'click' sull'icona, testerete la configurazione inviando un'e-mail di prova

SETTINGS
Allegato:
15.jpg
15.jpg [ 15.31 KiB | Osservato 2587 volte ]

Do you want to use the dialup adaptor or not: in genere non è necessario impostare questo valore su "Not turned on", in quanto si presume l'utilizzo di una connessione a banda larga in esecuzione durante l'assenza e, quindi, utile alla notifica istantanea; in tutti gli altri casi può essere necessario attivare quest'opzione [ad es. per contratti ISDN/56k non FLAT]
Type of authentication: in genere è necessario scegliere "ID & Password" [altrimenti è possibile indicare "ID Only" / "None" / "POP3, ID & Password" a seconda del proprio contratto]
SMTP mail server: indicare il server per la trasmissione in uscita
POP3 mail server: se avete un'identificazione di tipo "POP3, ID & Password", sarà necessario indicare ivi l'indirizzo per la trasmissione in entrata
User ID: inserite qui l'identificativo per il vostro provider di servizi
Password: qui va indicata la password relativa al profilo dell'account e-mail
SMTP Port: di default "25", indica la porta per la trasmissione [non è necessario, di norma, cambiare questo valore, a meno che non vi troviate dietro un server proxy(ies) o un firewall]
OPTIONS
Anche in questo caso ci troveremo di fronte ad una scheda per le impostazioni di un log come allegato alla notifica dell'allarme inserito, inutile ripetere le indicazioni precedenti
FTP
SETTINGS
Allegato:
16.jpg
16.jpg [ 15.76 KiB | Osservato 2587 volte ]

FTP Server (<a target="_blank" href="ftp://ftp.servername.com/">ftp.servername.com</a>): in questo campo è necessario indicare il l'host per la trasmissione 'ftp' di log e allarmi
Directory on Server (if no dir change is needed then leave this empy, use forward slashes / when you go down more then 1 dir): è possibile immettere qui il percorso per la trasmissione dei file [ad es. nomecartella1/nomecartella2 etc.]
OPTIONS
Come per E-Mail

Launcher
Allegato:
17.jpg
17.jpg [ 17.87 KiB | Osservato 2587 volte ]

Da questa scheda potremo attivare i plug-in di MBM5 [come ad esempio l'opzione "SHDN" e "CPU Idle PRO"], vediamo come:
Con un 'click'sull'icona "+", potremo scegliere l'eseguibile da avviare ed eventualmente attivare con "Enable", mentre "-" elimina un plug-in esistente.
Temperature sensor to which this program should be linked: indicare il sensore di riferimento per il plug-in selezionato
Temperature at which this program should be started/closed: indicare qui la temperatura alla quale si vuole avviare/chiudere il plug-in selezionato
Start application with switch (%value% will place the value of the sensor on that location): valgono le indicazioni descritte in precedenza per i comportamenti in caso di temperatura alta
Check program is still running after it has been started, if not then start it again: quest'opzione, se spuntata, forza l'avvio del programma di riferimento
Let MBM close the program it started when MBM itself is closed: questa, invece, forza la chiusura del programma avviabile dal plug-in, sincronizzata alla chiusura di MBM5 stesso
Se avete configurato tutto correttamente, dovreste trovarvi di fronte una situazione simile:
Allegato:
18.jpg
18.jpg [ 24.23 KiB | Osservato 2587 volte ]

La guida termina qui, durante la stesura della stessa è stato rilasciato il "Language Pack" per tradurre MBM5 in italiano e Hardware Tweakers è diventato mirror dello stesso [per ulteriori informazioni, aprite <a href="http://hwtweakers.altervista.org/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=12738" target="_blank">questo</a> link]
Ricordo, inoltre, che per qualsiasi domanda e/o chiarificazione o, per la segnalazione di eventuali errori, è sempre disponibile il FORUM
FM,
HwT Staff Admin


Top
 Profilo  
 
Annunci Google
 Oggetto del messaggio: Annuncio per te 
Inviato: ora 

Iscritto il: 22/04/2003, 23:00
Messaggi: tanti
Località: Mountain View
Cerca per:
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
New Topic Post Reply  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati
Vai a:  

cron
Powered by - Skin-Lab © Alpha Trion | Modded by Master of Mouse
Traduzione Italiana PhpBB phpBB.it - Per "Board Portal3" a cura di Lucky65
Tutti i loghi e i marchi in questo sito sono proprietà dei rispettivi autori. I commenti sono proprietà dei rispettivi autori, tutto il resto © 2003-2010 by Hardware Tweakers

Non sei registrato!

Clicca qui per entrare nel nostro gruppo.