Il servizio che vi offriamo è gratuito tuttavia per noi ha un costo. Vi preghiamo di non bloccare le pubblicità presenti sulle nostre pagine, ci permettono di continuare ad esistere. Grazie.
Login 
Home F.A.Q. Staff Cerca Argomenti Attivi

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




New Topic Post Reply  [ 1 messaggio ] 
  Stampa pagina
Precedente | Successivo 
Autore Messaggio
Non connesso 
 Oggetto del messaggio: ZEROtherm Nirvana120 Premium 
MessaggioInviato: 30 mag 2011 10:20 
Avatar utente
Amministratore
Amministratore

Iscritto il: 23 apr 2003 01:00
Messaggi: 9633
Scheda madre: Asus M4A89GTD Pro/USB3
CPU: AMD Penom II X4 BE 965
Ram: 2x 4GB 1600MHz 8-8-8-24
Scheda video: Radeon HD 5770 Flex
HD: 1x Samsung 256GB 850 Pro - 2x WD 1TB WD1002FAEX - 1x WD 3TB WD30EFRX
Alimentatore: Cooler Master Silent Pro Gold 600W
Raffreddamento: CPU Thermalright Macho HR-02 - VGA Artic Cooling Accelero S1 Plus
Sistema operativo: Windows 10 Pro
Monitor: 2x Samsung P2450 + 1x Samsung T220
Scritto da: John_Doe
Pubblicato da: EvolutionCrazy
Data: Dom 02 dicembre 2007 alle 16:49

 
nanoxia_120_con.jpg

Sempre all'insegna di prodotti tecnologicamente avanzati questa volta John Doe ci guiderà in una approfondita analisi del dissipatore per cpu ZEROtherm Nirvana 120 Premium



Confezione Esterna:

Cominciamo con il vedere la confezione del Nirvana120 !
Confezione che sicuramente farà uscire l’acquirente dal negozio con un sorriso di soddisfazione vista l’estetica piuttosto accattivante della stessa !!




su di essa sono indicate tutte le caratteristiche tecniche del fabbricante, che come potete vedere, risultano piuttosto dettagliate:







Contenuto Confezione:

Al suo interno troviamo un altro contenitore che mantiene fermo il contenuto , garantendone cosi preservazione ed evitando danni che potrebbero derivare da un immagazzinamento errato o poco attento, questa rende a parer mio ancor più accattivante la presentazione del prodotto al momento della sua apertura, da parte dell’acquirente:




qui potete vedere la confezione aperta e le dotazioni della stessa, nella quale troviamo:
1)Il dissipatore con ventola
2)Due adattatori per i socket che sono “AMD 939940AMD2 & P4-775”
3)Staffa posteriore di fissaggio
4)Bustina con bulloneria per l’aggancio e il montaggio degli adattatori AMD939940AMD2 & P4-775 e tubetto pasta dissipante.
5)Libretto istruzioni per il montaggio.



nel manuale di istallazione possiamo trovare molte lingue, dall’Inglese passando per il Cinese Tedesco e Suomi
Come spesso capita manca l’Italiano, non che sia necessario, vista la facilità intuitiva del montaggio... Forse non presente in questo sample in quanto destinato al mercato tedesco...

Caratteristiche e peculiarità costruttive:

Nel nostro LAB avevamo a disposizione altri dissipatori con Pipe di marca nota, che useremo come raffronto, non per comparazione naturalmente, ma come esempio!

(Vista la diversità che se ne riscontra gia ad una prima occhiata)




come potete ben notare le dimensioni del Nirvana120 si mettono subito in mostra rispetto agli altri dissipatori, non solo nella superficie di dissipazione lamellare ma anche nella superficie di appoggio alla CPU !



il Nirvana120 a un peso relativamente basso di circa 628Gr a vuoto.

Il peso contenuto rispetto alle dimensioni farà si che la nostra Mobo non venga sottoposta a stress da peso, come potrebbe accadere nel caso del TermalTake 112cu che arriva a 1250Gr circa contro i 500Gr circa riscontrati nel CoolMaster.

C’è pero da dire che il TT 112Cu è completamente in rame mentre sia il Nirvana120 che il CoolMaster presentano Alette in Alluminio con Base e Tubi Pipe in Rame!!

A differenza dei suoi fratelli il nirvana si distingue con una superficie delle alette di ben: 6.748cm^2

Proprio per questo siamo andati a misurare le altre superfici dei dissipatori a nostra disposizione, riscontrando una netta differenza tra questi...

Infatti il TermalTake ci porta ad una superficie di: 4.190cm^2 circa.
Mentre il CoolMaster a una superficie di 2.675cm^2 circa di superficie alette !

(le misure sono state prese da noi e sicuramente non saranno perfettamente precise come quelle dichiarate dalla casa)

Il che lo rende (e non solo in questo caso) in particolar modo differente dagli altri dissipatori...



Ora la domanda che ci poniamo è: Come può questo dissipatore sfruttare l’intera area di Dissipazione rispetto agli altri ??

la risposta l’abbiamo trovata analizzando più da vicino il prodotto, raffrontandolo con gli altri dissipatori……..

Lo Zerotherm ha usato un metodo molto semplice ed efficace per far si che le alette venissero utilizzate in modo totale per la dissipazione , semplicemente aumentando lo spessore di queste, cosi facendo ha permesso al calore di invadere le alette in maniera totale (una aletta troppo fina disperderebbe prima della sua completa irradiazione)

Usando un calibro possiamo notare che le alette mostrano uno spessore nettamente superiore agli altri dissipatori:
Ben 5/10 di millimetro circa per le alette Zeroterm Nirvana120



mentre il TermalTake112cu e il Coolermaster presentano alette di 3/10 di millimetro circa





non è solo lo spessore delle alette ad essere nettamente diverso dagli altri presi in esame... perché non basta avere uno spessore superiore, in quanto questo creerebbe fastidio se non venisse compensato il passaggio d’aria fra queste !!

Qui esce quindi un'altra differenza / accorgimento tecnico: le alette in questione godono anche di una diversa distanza fra loro rispetto agli altri, questa è stata difatti portata a ben 2mm, favorendo cosi il passaggio dell’aria:




mentre negli altri abbiamo 1,1mm di distanza... che potremmo definire quasi Standard.





Come in molti sappiamo, l’aria trovando un restringimento accelera per compensazione e di conseguenza si avrà un aumento del suo movimento che porterà ad un aumento del rumore prodotto dalla stessa !!
Ma al tempo stesso, se l’aria avesse un passaggio troppo facile tra le alette non assorbirebbe il calore per conduzione!! Ed è qui che entra in atto lo speciale disegno della testata dell’ Nirvana :




questo particolare incrocio tra le alette fa si che nel centro della zona di dissipazione si crei una specie di riflusso.

Si fa cosi' in modo che l’aria in un primo momento deceleri, per poi accelerare nel centro della zona, per effetto Venturi, l’accelerazione Venturi crea un calo della pressione dinamica del flusso, aspirando nel suo interno l’aria che altrimenti verrebbe espulsa prima di effettuare il totale percorso su tutta la superficie, ed è questo che permette l’utilizzo del dissipatore privo delle classiche pareti di convogliamento presenti in molti dissipatori (notare la ventola Nirvana fissata al centro delle alette e priva di struttura esterna), pareti che permettono si il convogliamento dell’aria, ma che aumentano la risonanza della stessa !!

Dopo aver analizzato la testata del dissipatore andiamo ora a vedere la sua base:

come si può notare da questa foto, vista anche in precedenza, abbiamo evidenziato la zona di appoggio al processore(linee Gialle), che nel caso del Nirvana è nettamente inferiore alle altre
il che potrebbe far percepire una mancanza e di conseguenza un funzionamento inferiore agli altri...
in realtà non è cosi, la base di dissipazione ristretta fa guadagnare in dissipazione visto che la zona che genera calore viene concentrata in un solo punto e non dispersa come negli altri!!

Se infatti guardate bene oltre che avere una zona dissipante minore , il Nirvana copre con le 4 Pipe la totale superficie , a differenza di molti altri dissipatori che portano solo 3 Pipe su superficie maggiore , il che permette al calore di espandersi e permanere nelle zone non toccate a sufficienza dalle Pipe:



alla Zerotherm non si sono però limitati a questo…….osservando bene la parte che contrasta la base e tiene le Pipe a contatto con questa, notiamo che il materiale di cui è fatta (alluminio) non presenta una alta densità come metallo, questo si presenta particolarmente poroso per cui se ne deduce che la sua conduttività termica sia minima, questo permette anche di isolare il calore e non farlo passare oltre le Pipe come fosse un coibente metallico!!



a questo c’è da aggiungere che la parte in alluminio dove poi vengono fissati gli adattatori AMD939940AMD2 oppure P4-775 è stata leggermente scavata , sia per limitare la conduzione di calore alla base dell’attacco Mobo, che per limitare il peso totale (linee Gialle)
qui potete notare anche le alette di sgancio, della struttura in acciaio dove è fissata la ventola, che ne rende un facile smontaggio in fase di manutenzione (frecce rosse)



in questa foto vorremmo evidenziare, un piccolo neo costruttivo da parte di Zerotherm !!
la base di appoggio non è particolarmente rifinita e si presenta lucida grazie alla Nikelatura che ricopre l’intero dissipatore, Pipe comprese, non grazie a lappatura perfetta della casa :



i tubi delle Pipe misurano 6mm come per gli altri dissipatori per cui avranno un passaggio interno di 4mm (i tubi in rame da 6mm esterni hanno pareti di 1mm standard con resistenza fino ad 800bar) con la netta differenza che il Nirvana ne porta 4 totali, cosa presente non in tutti i dissipatori di questoa genereconformazione:



Fasi di Montaggio

il montaggio del Nirvana120 risulta piuttosto facile, naturalmente deve essere fatto con la scheda Madre non alloggiata nel case, visto che bisogna piazzare la piastra posteriore, che comunque possiede un piccolo accorgimento non usato da tutti!!
Qui potete vedere il particolare della piastra posteriore, che presenta dei piccoli rialzi che sorpassano la scheda madre e permettono un comodo e facile montaggio, senza dover impazzire per tenerla ferma al suo posto:



La pasta dissipatrice contenuta nella confezione risulta di qualità, con una sola nota stonata “basta per una sola applicazione” mentre in genere i tubetti forniti (se non sono le odiose bustine) sono sufficienti per più applicazioni.




Gli adattatori che vengono forniti si fissano alla base di contrasto in alluminio, come potete notare l’adattatore non poggia ne sfiora minimamente la base in rame, che andrà sulla CPU, questo evita che il calore venga trasmesso inutilmente all’adattatore !!
Le viti sono piuttosto grandi e in misura standard, il che facilita la sostituzione in caso venga smarrita erroneamente una vite!!




Anche se il Nirvana120 risulta piuttosto grande, troviamo uno spazio più che sufficiente per inserire il cacciavite e serrare le viti alla piastra posteriore!!
Sul frontale (parte ventola) necessiterà un cacciavite con gambo piuttosto lungo, ciò non toglie che, anche con un semplice cacciavite di misura Standard, la cosa riesca facilmente come potete vedere!!





il regolatore di velocità del Nirvana120 ha una forma piuttosto particolare e puo essere posizionato ovunque nel case vista la lunghezza del cavo, a cui è collegato con aggancio removibile, ma devo dire che la colorazione del cavo non fa propio impazzire, avrei preferito una colorazione compatta, magari in tono con il regolatore che si presenta di colore bianco!
regolando la velocità tramite l'apposito strumento si può fare scendere la ventola fino a 900Rph , che rendono il dissipatore praticamente muto, il che anche a 2500Rph abbiamo potuto riscontare, un rumore quasi nullo e con tono particolarmente basso, percui già di per se poco fastidioso!!




Alcuni test - Temperature

Per i Test delle temperature e del funzionamento effettivo del Nirvana120 abbiamo usato un P4 Prescot 3000Mhz HT 775 , di quelli che scaldano parecchio, montato su una ASRock 4CoreDual-Sata2 !!
Agli inizi volevamo piazzare una sonda sotto il processore , scoperchiandolo e inserendo la sonda proprio sotto il più vicino possibile al Core , purtroppo questa possibilità e venuta a mancare, in quanto la sonda è passata a miglior vita (un minuto di silenzio per la sonda) non potendone eperire un'altra in tempi brevi , abbiamo deciso di utilizzare i normali sensori della scheda monitorandoli con SpeedFan !!
Avendo la scheda già montata con il CoolMaster, come prima cosa si è provato a fare dei test con questo dissipatore, in modo da avere un valore indicativo anche se i sensori potevano non dare una temperatura del tutto esatta (come Può accadere)**

Come prima cosa abbiamo staccato tutte le ventole nel Case e chiuso tutto, come di solito si presenta un Case in DayUse!!
La configurazione è:
1)AsRock 4CoreDual-Sata2
2) Cpu P4 3.0Ghz 775 HT
3)DDr Pc3200 Muskin 512Mb x1
4)Hdd Maxtor 160Gb Sata2
5)Masterizzatore Cd Samsung
6)GF2 MX400 32Mb AGP
7)Alimentatore 500Watt Standard con 1 sola ventola posteriore 80mm
E naturalmente il dissipatore
Windows XP Prof SP2-driver-DX9C-programmi per monitoraggio e test(CPU-Z SPEDFAN SUPER-PI TOAST)




Nel corso delle prove, la temperatura nella stanza è stata mantenuta a 19°/20° e costantemente monitorata, con un semplice ma efficace termometro a colonnina, posto in un punto e mai spostato fino a fine del tutto.




Usiamo Toas, per il semplice fatto che, se un programma stressa la CPU, di conseguenza Stressa il Dissipatore!!

Alcune immagini :

Default CoolMaster 2:30minuti circa di TOAST



Default Nirvana120 3.0Ghz 2:30minuti circa di TOAST



Oltre che TOAST, ci siamo messi anche noi a stressare la CPU!!
e messo sotto clock ripetendo l'operazione più volte, passando gradualmente prima per i 3.3GHz poi 3.5Ghz,3.7Ghz per finire a 3.9Ghz
ecco alcuni dei risultati!!

Clock CoolMaster 3.5Ghz 2:30min circa di TOAST




Clock Nirvana 3.5Ghz 2:30min circa di TOAST

TEMP UGUALI AL DEFAULT VEDI IMG DEFAULT !!


Clock CoolMaster 3.7Ghz 2:30min circa di TOAST



Clock Nirvana 3.7Ghz 2:30min circa di TOAST


Clock CoolMaster 3.9Ghz X:XXmin circa di TOAST

ALLARME ROSSO DI TUTTI I SENSORI E DELLA SCHEDA:
TEST NON POSSIBILE



Clock Nirvana 3.9Ghz 2:30min e Oltre di TOAST




Il tutto con un guadagno anche con Super-PI !!

Super-PI Default 3.0Ghz (questo shoot è stato fatto ad un primo avvio percui le temp differiscono)




Super-PI 3.7Ghz Clock (questo shoot è stato fatto ad un primo avvio percui le temp differiscono)





Super-PI 3.9Ghz Clock (questo shoot è stato fatto ad un primo avvio percui le temp differiscono)




Valutazione Complessiva

Il nostro parere

Confezione Esterna/Contenuto Confezione



Caratteristiche e peculiarità costruttive

+ .......meriterebbe ½punto in più ma lo perde per la lappatura

Fasi di Montaggio ed accessori

.......½Punto in meno per il cavo regolatore velocità


Test delle Temperature



Giudizio Globale




Ringraziamo Zerotherm e Florian L. Fabbro per averci dato la possibilità di recensire questo prodotto.
E ovviamente ringraziamo John_Doe per questa recensione e O’Merlo per la collaborazione e la macchina fotografica :D


Top
 Profilo  
 
Annunci Google
 Oggetto del messaggio: Annuncio per te 
Inviato: ora 

Iscritto il: 22/04/2003, 23:00
Messaggi: tanti
Località: Mountain View
Cerca per:
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
New Topic Post Reply  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati
Vai a:  

Powered by - Skin-Lab © Alpha Trion | Modded by Master of Mouse
Traduzione Italiana PhpBB phpBB.it - Per "Board Portal3" a cura di Lucky65
Tutti i loghi e i marchi in questo sito sono proprietà dei rispettivi autori. I commenti sono proprietà dei rispettivi autori, tutto il resto © 2003-2010 by Hardware Tweakers

Non sei registrato!

Clicca qui per entrare nel nostro gruppo.