Duron@AthlonXP - Thorton@Barton

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Avatar utente
Master of Mouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 9907
Iscritto il: 23 apr 2003 02:00
Scheda madre: Asus M4A89GTD Pro/USB3
CPU: AMD Penom II X4 BE 965
Ram: 2x 8GB 1600MHz 9-9-9-24
Scheda video: AMD Radeon RX 650 4Gb
HD: 1x Samsung 256GB 850 Pro - 2x WD 1TB WD1002FAEX - 1x WD 3TB WD30EFRX
Alimentatore: Cooler Master Silent Pro Gold 600W
Raffreddamento: CPU Thermalright Macho HR-02 - VGA Artic Cooling Accelero S1 Plus
Sistema operativo: Windows 10 Pro
Monitor: 2x Samsung P2450

Duron@AthlonXP - Thorton@Barton

Messaggio da Master of Mouse » 05 ago 2011 12:17

Scritto da: espa
Pubblicato da: rootkill
Data: 21/10/03

[html]
<p>Finalmente l'integrazione del primo articolo di <a href="http://www.hwtweakers.net/forums-profil ... -u-36.html" target="_blank"><strong><em>espa</em></strong></a><strong><em> </em></strong>sulla modifica ai PCBs 'fake' di <strong>AMD</strong></p>
<p><img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/intro.jpg" alt=""/></p>
<p><u>Ecco una panoramica dell'occorrente!</u></p>

<p>Come abbiamo illustrato nel precedente articolo, alcuni Applebred avevano un&nbsp;PCB 'fake' che non consentiva lo sblocco della cache con il tradizionale metodo degli L2.</p>
<p><em>Vedremo ora i diversi trucchi per aggirare la precedente limitazione:</em></p>
<p>L'intenzione iniziale era quella di ignorare totalmente il package e realizzare la modifica sfruttando i pin del socket:&nbsp;purtroppo questa strada non si &egrave; rivelata percorribile..</p>
<p>Per attivare i pin che gestivano il bridge L2 si sarebbe dovuto preventivamente chiudere l'intero bridge L9, tornando al punto di partenza.</p>
<p>In seguito ad una discussione via e-mail con il disponibilissimo tweaker giapponese <em><strong>ita</strong></em> <br/>
[che ringrazio pubblicamente] &egrave; emersa una singolare caratteristica del ponte L2.</p>
<p><strong>Il bridge L2</strong></p>
<p>Questo ponte si chiude a massa [VSS] e non a VCc come i ponti pi&ugrave; conosciuti [L1, L12 etc.]<br/>
Sfruttando questa peculiarit&agrave; &egrave; possibile intervenire sugli L2 nei modi pi&ugrave; svariati.</p>
<p>Innanzi tutto per chiudere questo ponte &egrave; ancora possibile usare la matita, come si faceva prima dell'introduzione dei pcb organici.<br/>
Quindi per chi disponesse di un Applebred/Thorton con package classico [non fake], &egrave; sufficiente prendere una matita HB ed unire i pin desiderati.</p>
<p><img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/D@X_1.jpg" alt=""/>&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/T@B_1.jpg" alt=""/></p>
<p><strong>Il 'fatidico' solco</strong></p>
<p>I solchi [laser cut], che una volta dovevano essere evitati come la morte e riempiti con qualunque cosa pur di non inficiare l'opera, ora ci vengono utilissimi.</p>
<p><em>&Egrave;&nbsp;infatti agendo sul solco corrispondente all'L2 desiderato, che si attiva la modifica anche sui nuovi package.</em></p>
<p>Basta riempire il laser cut incriminato con una goccia di vernice all'argento per chiudere il ponte che lo attraversa.<br/>
</p>
<p>Il solco &egrave; internamente collegato a VSS, e i bridges per lo sblocco cache si attivano collegandoli a massa [come spiegato sopra].</p>
<p><u>In foto si vede un Appleberd, funziona in maniera analoga per i Thorton:</u></p>
<p><img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/dmod.png" alt=""/>&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; <img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/dmod2.png" alt=""/></p>
<p><u>Quando riempite i solchi con la vernice ponete la massima attenzione: mettete una goccia piccola ed assicuratevi che il solco sottostante sia privo di impurit&agrave;!</u></p>
<p>E'possibile riempire i solchi allo stesso modo, con la grafite di una matita 4B/5B. Anche in questo caso la modifica con la matita &egrave; da preferire in prima istanza, per la sua facile rimozione.</p>
<p>Sui pcb fake i veri bridges possono essere riportati a galla grattando il loro rivestimento superficiale.<br/>
<strong><em>!!! ATTENZIONE !!! Un simile intervento potrebbe invalidare la garanzia.<br/>
</em></strong></p>
<p><em>Si ringrazia l'utente <strong>belinassu</strong> del forum di hwupgrade per questo contributo!</em></p>
<p><u>Questo &egrave; l'agoniato risultato:</u></p>
<p><img src="http://www.hwtweakers.net/immagini/rootkill/cpuid.jpg" alt=""/></p>
<p><strong><em>SI RINGRAZIA OVERCLOCKPC - ROMA PER AVER FORNITO LE CPUs CHE HANNO RESO POSSIBILE QUESTO ARTICOLO!</em></strong></p>
[/html]



Rispondi