Galleria di mitidj2008

Il posto giusto per mostrare le tue foto ;)

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Avatar utente
mitidj2008
Slogato
Slogato
Messaggi: 336
Iscritto il: 12 set 2008 02:00
Scheda madre: SuperMicro C2SBA+II
CPU: Intel Core 2 Quad Q6600 775 2.40Ghz
Ram: Corsair 2x2GB 1600Mhz
Scheda video: Ati HD3600 512MB o nVidia GT450 1GB
HD: 1 ssd OCZ ,1 Maxtor 160GB 1 WD 1TB, 1 WD 320
Alimentatore: HP 450W
Raffreddamento: Normale ad aria dissipatore maggiorato
Sistema operativo: Windows XP MCE SP3 o Windows 7 Ultimate
Monitor: Samsung 19" + Asus 19"
Località: Arezzo
Contatta:

Galleria di mitidj2008

Messaggio da mitidj2008 » 14 gen 2012 15:19

Immagine

L'amplificatore in questione è un AB con un modulo che ne varia la tensione di alimentazione secondo l'uscita.
in questo caso si chiama AMPLIFICATORE in CLASSE H
Immagine
ha 2 rail di tensione:
BASSA(low):+/-55Vdc(ramo verso massa, cioè 110Vdc tra i capi)
ALTA(hig):+/-110Vdc(ramo verso massa, cioè 220Vdc tra i capi)
qunado è a basso volume si sfrutta la tensione bassa, e i finali di potenza si sforzano meno perche devono dissipare meno potenza
quando si arriva al limite di potenza del RAIL alimentazine basso interviene la tensione alta per via dei transistor sul RAIL alto
H amp.JPG
un po come 2 amplificatori messi in serie
a 35Vrms in sucita si sta uzando il +/-55V come si comincia a crescrere si alza pure la tensione ai fiali fino a +/-75-80Vdc
in questo caso l'amplificatore arriva al 85% della resa a fronte dei 60-70% di un AB puro
ed ecco dei esempi
con il tester(il rosso e in uscita del amplificatore quindi corrente AC, quello nero e messo tra massa e ramo positivo)
http://www.youtube.com/watch?feature=cZY-ziP02_U
e qui sul oscilloscopio, le sonde sono messe sulla aliemntazione dei finali è si vede come si inserisce via via l'atra tensione



Avatar utente
Google
Supporter
Supporter
Messaggi: Tanti
Iscritto il: 17/11/2008, 1:00